Salute e Benessere

Seno svuotato e seno cadente

Un seno svuotato può essere dovuto a diverse cause, le più frequenti delle quali sono il post-allattamento o un improvviso dimagrimento che privano il seno della componente adiposa e lo lasciano simile ad un sacchetto vuoto. Una dieta drastica riduce la taglia del seno e purtroppo anche la tonicità dei tessuti. Dopo l’allattamento, il seno prima teso e gonfio per la produzione di latte si presenta rilassato, cadente e molle, una situazione sgradevole per la neomamma che si ritrova magari con qualche chilo di troppo ma senza il seno sodo del periodo di allattamento. Il rilassamento dei tessuti (incapaci di reggere il peso della ghiandola mammaria) è la causa principale dell’aspetto cadente del seno.

Che fare? Subire un improvviso svuotamento del seno è una di quelle situazioni che può portare la donna a subire ripercussioni psicologiche come la depressione. Per questo motivo è importante sapere che con alcuni accorgimenti si può recuperare un seno svuotato. Se il seno è molto svuotato e rilassato (ptosi mammaria) niente è più efficace della mastoplastica additiva, una procedura molto invasiva che comporta l’inserimento di protesi artificiali. Quando però lo svuotamento non è troppo grave (tipicamente dopo il termine dell’allattamento) ed è ancora allo stadio iniziale, è possibile recuperare con rimedi naturali ed un po’ di esercizio fisico.

Risultati immagini per seno svuotato

Creme rassodanti, esercizi e trattamenti estetici non invasivi possono aiutare i tessuti a sostenere il peso della ghiandola mammaria ed impedire un ulteriore rilassamento.

  • Crema rassodante. Insieme al cedimento dei tessuti possono comparire smagliature che è possibile prevenire con una buona crema elasticizzante e rassodante (questa è anche una buona abitudine durante la gravidanza, non solo sul seno ma anche sulla pancia).
  • Volumizzanti del seno. I prodotti volumizzanti non aumentano il volume nel vero senso della parola, ma rassodano i tessuti ed aumentano l’elasticità cutanea dando al seno un aspetto più pieno e tonico. Le creme naturali sono a base di erbe che contengono fito-estrogeni ed aumentano il livello di ormoni femminili. Alcuni esempi sono la crema al fieno greco, la soia, il ginseng, il dente di leone ed il cardo. In alcuni Paesi orientali le donne si spalmano sul seno un impacco di succo di cipolla, miele e curcuma in polvere per tonificare e rassodare i tessuti. Esistono anche compresse volumizzanti che contengono estratti di alghe, lavanda, olio di jojoba, glicerina e salvia.
  • Postura. Anche la postura è importante: il seno subisce la gravità come tutti gli altri tessuti, quindi mantenere la schiena dritta e gli addominali sodi aiuta il seno a restare al suo posto.
  • Esercizi per rassodare il seno. La ginnastica per il seno ad hoc prevede esercizi posturali e a corpo libero ma anche esercizi per i pettorali, che però vanno eseguiti in modo equilibrato perché il rischio è di separare nettamente muscolo e tessuto mammario con risultati esteticamente poco armonici.
  • Radiofrequenza. Si tratta di una procedura che utilizza le onde sonore e l’energia termica da esse prodotta per stimolare la produzione di collagene, una delle principali molecole responsabili del tono e dell’elasticità dei tessuti. Le sedute di radiofrequenza si possono fare dall’estetista.

Nei casi più gravi di svuotamento, l’unica soluzione è la mastoplastica additiva. I rimedi naturali per il seno svuotato possono aiutare a restituire elasticità e tono al seno, ma non sono in grado di aumentare di taglia e sono adatti nelle fasi iniziali della perdita di tonicità.

Lascia un commento