Salute e Benessere

Shampoo Anticaduta: puoi dire basta alla caduta dei capelli

La caduta dei capelli è un sintomo dell’inesorabile avanzare dell’età, ma sono sempre di più le persone (sia uomini che donne) che ne soffrono anche in giovinezza o in età matura. Le cause della caduta dei capelli, escludendo il fattore anagrafico, sono molteplici: stress, cambio di stagione, dieta scorretta, sbalzi ormonali, predisposizione genetica, terapie farmacologiche giocano un ruolo importante nel causare la caduta dei capelli.

Fino a 50-60 capelli al giorno la caduta è considerata normale: infatti anche il capello ha un proprio ciclo di vita che, giunto al termine, ne causa il distacco. Dopo i 100 al giorno, bisogna iniziare a cercare la causa di questa anomala perdita, che può causare anche alopecia (scomparsa di aree di capelli). La caduta dei capelli può essere temporanea (ad esempio circoscritta all’autunno) oppure prolungata nel tempo. Per tentare di arrestare la perdita dei capelli, molte persone utilizzano gli shampoo anticaduta.

Risultati immagini per perdita capelli

Gli shampoo anticaduta rientrano nei metodi utilizzati per rallentare o fermare il diradamento dei capelli e generalmente sono molto efficaci, se utilizzati correttamente. Questi particolari shampoo, usati in sinergia con lozioni, fiale e balsami, contengono sostanze che idratano il capello, lo puliscono profondamente e proteggono il bulbo pilifero dagli attacchi esterni. Sono prodotti molto delicati, che rispettano il pH del cuoio capelluto. Vediamo cosa contengono gli shampoo anticaduta:

  • Principi attivi che inibiscono l’enzima 5-alfa-reduttasi. La caduta dei capelli, ormai è noto, è dovuta all’eccesso di di-idro-testosterone (DHT), l’ormone maschile che converte il testosterone nella sua forma attiva, il DHT. Inibendo l’azione di questo enzima a livello del cuoio capelluto, gli shampoo anticaduta preservano il follicolo pilifero evitandone l’atrofia.
  • Estratti vegetali (tè verde, prugno africano, palma nana, ortica, semi di lino, olio di borragine…) che riparano gli effetti dannosi del DHT
  • Acido azelaico, acido alfa-linolenico
  • Vitamine (biotina, PP, B6…)
  • Minerali, oligoelementi, aminoacidi
  • Complessi molecolari energizzanti che hanno lo scopo di riattivare la riparazione cellulare dei tessuti danneggiati, specialmente laminina e collagene.

bugiradino krestina uomo e donna bioness

Gli shampoo anticaduta non solo rallentano notevolmente la perdita dei capelli, ma contribuiscono a rinfoltire la capigliatura e rafforzare il capello, proteggendo anche dagli agenti chimici (inquinamento) che attaccano il bulbo pilifero. Alcuni shampoo stimolano la vasodilatazione locale e quindi il microcircolo, migliorando l’ossigenazione tissutale e la disponibilità locale di nutrienti.

Come si utilizza uno shampoo anticaduta? Generalmente si tratta di prodotti concentrati, da utilizzare con moderazione e seguendo attentamente le istruzioni. Si utilizza come un normale shampoo, applicandolo sui capelli bagnati e massaggiando delicatamente senza tirare o sfregare eccessivamente. Dopo qualche minuto, risciacquare con acqua non troppo calda.

Perché molte persone diffidano degli shampoo anticaduta? E’ del tutto normale provare dubbi di fronte a rimedi molto semplici che promettono effetti notevoli, ma nel caso degli shampoo anticaduta tale diffidenza è nella maggioranza dei casi fuori luogo. Non si promette alcun effetto miracoloso, ma questi prodotti derivano da studi scientifici molto precisi ed affidabili e sono stati testati molte volte per verificarne efficacia e tollerabilità.

Quindi, in fase di acquisto, valgono le stesse considerazioni che si farebbero per qualsiasi altro prodotto: attenzione alla qualità, acquistare prodotti professionali di marchi noti e da rivenditori attendibili, evitare marche “da supermercato”, diffidare di promozioni troppo spinte e di pubblicità che promettono risultati esagerati.

Lascia un commento